Avise

Avise

La posizione geografica di Avise, situata a ridosso di una gola denominata Pierre Taillée, passaggio obbligato sulla Via delle Gallie, ha indubbiamente favorito nei secoli la funzione di controllo dei traffici sulla strada transalpina.

Per questa ragione Avise fu il feudo di una delle più antiche famiglie nobiliari della Valle d’Aosta. A testimoniare la ricchezza dei Signori D’Avise restano l’imponente castello, costruzione innalzata da Bonifacio d’Avise nel 1492, la Maison de Blonay con l’annessa torre quadrata, prima dimora dei Signori d’Avise, i resti di una roccaforte nella frazione di Le Cré e la casafortedenominata Maison de Mosse, costruita nel villaggio di Runaz sulla strada romana delle Gallie. Il Castello, recentemente restaurato, ospita un’enoteca posta nella grande stanza del primo piano dove l’antico camino diventa punto focale di quest’architettura possente ma allo stesso tempo fine ed elegante. Una seconda stanza, più piccola, è caratterizzata dalle complesse volte un tempo affrescate e da un ulteriorecamino, che rendono l’ambiente avvolgente e riservato. Al secondo piano un affascinante ristorante accoglie gli ospiti nella “Sala delle mensole” caratterizzata da sculture grottesche del XV sec. e da un imponente camino.

Per saperne di più: www.signoridiavise.com e anche questo video 

Avise è a tutti gli effetti il primo giro di boa – al 21° chilometro dalla partenza da Aosta – sia per i concorrenti della gara da 170 km sia per quelli della 100 km. I concorrenti di entrambe le prove, considerata appunto la distanza che separa Avise dal via, dovrebbero trasitare tra i castelli e le case del bel borgo poco più due ore dopo la loro partenza, dunque alle 22,05 di venerdì i runner della “lunga”, e alle 12,05 di sabato i partecipanti alla “corta”.